Le indagini

Tra i vari step di realizzazione del progetto intrapreso dalle classi degli Istituti coinvolti, particolare importanza è stata data all’ideazione, somministrazione ed elaborazione statistica di un questionario presso le scuole di appartenenza, in ottica di diffusione della cultura scientifica.

Sedici domande con opzioni di scelta (in alcuni casi multiple), più cinque legate al profilo anagrafico e scolastico degli intervistati, legate alla percezione di habitat e paesaggio ed alla conoscenza delle Riserve Naturali oggetto del progetto. Riserva Naturale “Le Vallere” nel caso degli studenti di Torino, Riserva Naturale “Macchia di Gatttaceca” per gli alunni di Monterotondo. Indagine che ha coinvolto 421 allievi nel primo caso e 236 nel secondo.

Legata alla tipologia di Istituto la differenza legata al sesso degli intervistati, a Torino le risposte maggiori sono giunte da ragazze, mentre a Monterotondo da ragazzi. In entrambi i casi le fasce d’età più rappresentative risultano quelle comprese tra 14 – 16 anni (a Monterotondo 135) e 17 – 19 anni (a Torino circa 200). Studenti per lo più in una percentuale variabile, tra l’84%  di Torino ed il 90% a Monterotondo, di nazionalità italiana. Simile anche la percentuale di ragazzi e ragazze che vivono in area urbana l’80,2% per il Liceo Statale Regina Margherita il 77,1% per l’Istituto Superiore Piazza della Resistenza di Monterotondo.

Le risposte al questinario hanno evidenziato un generale “piacere” nel frequentare aree verdi (86% per il Regina Margherita e 87% per il Piazza della Resistenza), con una buona conoscenza delle Riserve Naturali della propria zona di residenza, sono solo 34 a Torino e 43 a Monterotondo, le spunte alla voce “nessuna” della domanda “Quali “riserve naturali” conosci?”. Aree frequentate in entrambi i casi prevalentemente con amici. Una differenza marcata si rileva nelle risposte alla domanda “Quali zone di solito preferisci/frequenti?”, dove sono le aree verdi le scelte numericamente maggiori per i ragazzi piemontesi e le zone costruite per quelli laziali. In tutti e due i casi “rilassarsi e respirare aria buona”, sembra essere la motivazione prioritaria alla frequentazione di aree riserve naturali.

Nello specifico in merito alle due riserve oggetto dell’indagine la conoscenza delle stesse appare maggiore per gli studenti di Monterotondo (69%), mentre a Torino prevale la non conoscenza della riserva. Infine emerge come  la frequentazione di aree verdi  possa essere volano di emozioni positive come la felicità, libertà e serenità.

Scarica e consulta l’indagine completa in formato PDF

In Approfondimenti sono presenti tutte le indagini condotte sul campo dai raggazzi del Liceo Statale Regina Margherita di Torino “Ricerca ed identificazione dei macroinvertebrati bentonici nel Sangone” e dell’Istituto Superiore Piazza della Resistenza di Monterotondo “Ricerca ed identificazione di microartropodi nel suolo nella Riserva Naturale di Gattaceca“.

Il presente sito fa uso di cookie anche di terze parti!
I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni. La prosecuzione nella navigazione comporta l'accettazione dei cookie e la scomparsa di questo banner per un giorno.
Informativa estesa per maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi